21/02/2018, 2:18 pm

MUD - Modello unico di dichiarazione ambientale



Dichiarazione MUD,  entro il 30 aprile 2018, con riferimento all'anno 2017, da parte dei soggetti interessati che sono così individuati:


1.Comunicazione Rifiuti

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Si ricorda inoltre che sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

2.Comunicazione Veicoli Fuori Uso

  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

3.Comunicazione Imballaggi

  • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c).
  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152

4.Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

  • Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014.

5.Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione

  • Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.

6.Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

  • Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

Nessuna modifica sostanziale rispetto al 2017 per quanto riguarda i soggetti obbligati, ai diritti di segreteria e alla modalità di invio e relativa scadenza.

La principale novità riguarda la modalità di presentazione della comunicazione rifiuti semplificata che dovrà essere compilata elettronicamente e non potrà più essere compilata manualmente. Per tale comunicazione non sarà più consentita la spedizione postale.

Novità anche per il Conai che dovrà comunicare, per via telematica alla sezione nazionale del catasto rifiuti i dati sull’utilizzo annuale di borse di plastica di materiale leggero come previsto dall’art. 220 bis del D.Lgs. 152/06, recante obbligo di relazione sull’utilizzo delle borse di plastica.

Ricordiamo, infine, che tutte le imprese che effettuano operazioni di trasporto di merci o rifiuti pericolosi, operazioni di carico e scarico, confezionamento dei colli, imballaggio e/o riempimento connesse a tali trasporti devono verificare se sono soggette all’obbligo di nomina della figura di CONSULENTE ADR. La Normativa ADR prevede, inoltre, che le persone impiegate in queste attività, devono essere formate prima di assumersi delle responsabilità e possono svolgere compiti per i quali non hanno ancora ricevuto la formazione necessaria, solamente attraverso la supervisione diretta di una persona formata.

 

Lo studio SCAI S.r.l. è a vostra disposizione per la redazione del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) e per una verifica ai sensi della Normativa ADR (consulenza e/o formazione).